Prezioso arrivo al Chiampo Calcio: Alessandro Mazzocco, nuovo allenatore e preparatore atletico



Alessandro Mazzocco sarà il nuovo allenatore della Scuola Calcio e preparatore atletico dei giovanissimi e degli allievi del Settore Giovanile. Una notizia che rende fiera la società gialloverde, vista l’esperienza di lunga data di questo grande Mister. Un professionista capace di coniugare grande preparazione ed entusiasmo, il suo contributo sarà fondamentale per la crescita dei nostri ragazzi.


Alessandro, ci puoi parlare della tua carriera e delle tue esperienze professionali?


La mia carriera da mister è iniziata a 19 anni, frequentavo il primo anno dell'ISEF (l’Istituto superiore di educazione fisica). Ho allenato la scuola calcio del San Bortolo Fiamma, una società di Vicenza. L'anno seguente, invece, sono andato all'Arzignano Calcio per allenare i pulcini dell'annata 89 e sono rimasto per sei-sette d'anni.

Successivamente ho allenato a Chiampo per un paio d'anni; sono poi ritornato ad Arzignano e ci sono rimasto fino a quest'anno.

In questi anni ho allenato tutte le categorie, dai più piccoli fino all'ultimo anno dei giovanissimi, mentre come preparatore atletico ho fatto alcune esperienze sia nel settore giovanile sia nelle prime squadre.


Come intendi impostare il lavoro e gli allenamenti con i ragazzi?


L'evoluzione della società e del mondo del calcio mi hanno portato a modificare molto il mio modo di allenare, ma l'unica cosa che non è cambiata è l'importanza che ho sempre dato al rispetto delle regole e all'educazione. Questi sono i valori più importanti che lo sport dovrebbe insegnare.

Non ho un metodo specifico di allenamento perché penso che ogni corrente di pensiero abbia delle cose belle a cui attingere. L'importante è che un allenatore si aggiorni e cerchi di far crescere e migliorare ogni singolo bambino/ragazzo; così facendo migliora l'intera squadra.

Nonostante abbia ricevuto altre proposte, ho scelto di far parte del Chiampo Calcio per diversi motivi: Chiampo è il paese dove sono cresciuto da calciatore, c'è un responsabile, Giovanni Rappanello, che conosco bene e so quello che per lui è importante. C'è una società giovane che sicuramente ha entusiasmo e voglia di fare bene e, infine, ci sono tantissimi ragazzi che ho allenato nel mio passato ad Arzignano.


Obiettivi per la stagione futura?


Per la prossima stagione il mio obiettivo sarà quello di portare l'idea di un calcio propositivo che coinvolga tutti gli interpreti, a partire dal portiere, attraverso proposte divertenti e stimolanti. Per me è fondamentale che il calciatore non abbia paura di sbagliare e che faccia tutte le esperienze anche a discapito del risultato, che, per noi formatori, non dovrebbe contare mai.


Un ringraziamento e un sincero ben ritornato ad Alessandro Mazzocco, l’augurio per una stagione ricca di soddisfazioni con i ragazzi e con il Chiampo!